Le Cornelle compiono 30 anni Festa con l’Isola di Aldabra – Homepage – L’Eco di Bergamo

Le Cornelle compiono 30 anni Festa con l’Isola di Aldabra – Homepage – L’Eco di Bergamo.

Un pezzo delle Seychelles sbarca a Valbrembo. Aldabra è il nome di un grande atollo dell’Oceano Indiano ed è una delle isole tropicali delle Seychelles. A questa meraviglia della natura è dedicata la nuova area del parco delle Cornelle che sabato 16 aprile festeggia 30 anni di storia. Proprio per questo speciale compleanno la famiglia Benedetti – che ha ideato e ampliato anno dopo anno il parco faunistico bergamasco – ha voluto aprire una nuova area, privilegiando una specie animale che ha una lunga storia: la «tartaruga gigante delle Seychelles» che proprio ad Aldabra vive e si riproduce. «Abbiamo voluto ricreare un’area dedicata a queste testuggini giganti – spiega Emanuele Benedetti, titolare con la sua famiglia delle Cornelle -. Nel nostro parco ne ospitiamo una quindicina e ora questa nuova struttura sarà tutta per loro». Si tratta di una vera e propria serra di mille metri quadrati, con una temperatura media interna di 25 gradi e il 65% di umidità. Qui è stata ricostruita l’ambientazione tipica delle Seychelles: dalla flora – con palme e ficus giganti – alla fauna: «Oltre alle tartarughe, troveranno rifugio piccoli animali tipici delle Seychelles – continua Benedetti – che provengono da privati che li detenevano in cattività nelle isole delle Seychelles. Quest’area e il progetto di tutelare le tartarughe e sensibilizzare i visitatori sulla salvaguardia delle testuggini e di tutti gli animali in generale – continua Emanuele Benedetti – sono infatti appoggiati dal governo delle Seychelles e su questa nuova zona del parco sono previsti studi e ricerche, proprio come succede per numerose realtà animali delle Cornelle». 

Arrestato 29enne a Vambrembo Atti osceni davanti a coppiette – Cronaca – L’Eco di Bergamo

Arrestato 29enne a Vambrembo Atti osceni davanti a coppiette – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Un 29enne di Bergamo, M. C., è stato arrestato venerdì sera 1° aprile a Ponte San Pietro dai carabinieri della stazione locale per atti osceni, danneggiamenti aggravati e lesioni personali. Per il giovane, con vari precedenti, sono scattati i domiciliari.

Tutto è scattato quando una giovanissima copia, lui 19 anni, lei 17, si è presentata ai carabinieri di Ponte San Pietro raccontando che verso le 23, mentre erano appartati in auto vicino alla centrale idroelettrica di Valbrembo, uno sconosciuto si era avvicinato a piedi alla loro Panda compiendo atti osceni.